[20-Feb-2022 01:35:37 Europe/Rome] PHP Warning: PHP Startup: Unable to load dynamic library '/opt/cpanel/ea-php56/root/usr/lib64/php/modules/imagick.so' - libMagickWand.so.5: cannot open shared object file: No such file or directory in Unknown on line 0 [20-Feb-2022 01:35:40 Europe/Rome] PHP Warning: PHP Startup: Unable to load dynamic library '/opt/cpanel/ea-php56/root/usr/lib64/php/modules/imagick.so' - libMagickWand.so.5: cannot open shared object file: No such file or directory in Unknown on line 0 [20-Feb-2022 21:53:21 Europe/Rome] PHP Warning: PHP Startup: Unable to load dynamic library '/opt/cpanel/ea-php56/root/usr/lib64/php/modules/imagick.so' - libMagickWand.so.5: cannot open shared object file: No such file or directory in Unknown on line 0 [20-Feb-2022 21:53:25 Europe/Rome] PHP Warning: PHP Startup: Unable to load dynamic library '/opt/cpanel/ea-php56/root/usr/lib64/php/modules/imagick.so' - libMagickWand.so.5: cannot open shared object file: No such file or directory in Unknown on line 0 [21-Feb-2022 02:47:33 Europe/Rome] PHP Warning: PHP Startup: Unable to load dynamic library '/opt/cpanel/ea-php56/root/usr/lib64/php/modules/imagick.so' - libMagickWand.so.5: cannot open shared object file: No such file or directory in Unknown on line 0 Francesco Boschis vino Dolcetto Dogliani
Gita da Ugo Lequio a Neive
Maggio 18, 2014

Boschis family

Siamo andati a Dogliani (CN) presso l’azienda agricola Francesco Boschis. Realtà molto interessante quella della famiglia Boschis che oltre a produrre vini di qualità, si dedica all’allevamento di bovini di razza piemontese e prodotti d’alveare. Tutto questo nell’ottica di un’agricoltura nel rispetto dell’ambiente.  La produzione è piuttosto esigua e le etichette non sono poche. Molto interessante è la cultura del cru che hanno i Boschis, infatti ogni vigneto con caratteristiche pedoclimatiche differenti, da vita a etichette diverse.

Boschis Cancello

Sono Quattro le etichette di Dolcetto prodotte, tutte in versione superiore. Siamo partiti dal Dogliani Pianezzo 2012, quello dei quattro che viene pronto per primo. Infatti è il più semplice, schietto e beverino. Ha profumi fruttati e floreali intensi. In bocca è fruttato con buona freschezza e tannino abbastanza equilibrato. Sicuramente un buon vino quotidiano.  Poi siamo passati ai due cru 2012 Vigna del Prey e Sorì San Martino. Li citiamo insieme in quanto un approfondimento lo faremo più avanti con una degustazione. Sono entrambi vini di spessore che però sono in bottiglia da troppo poco tempo per esser valutati appieno. Possiamo dire che sono due dolcetti di gran spessore con una acidità e un tannino veramente esuberanti per ora. Il quarto è il Dogliani Vigna del ciliegio 2010. Lo abbiamo preferito agli altri in quanto di buona complessità e più pronto da bere. Essendo il cru che da più tannino, la scelta è di fargli fare un anno di botte grande. Scelta che condividiamo! Ha profumi fini ed eleganti di frutta rossa surmatura come amarena e mora. Poi viola e note tostate delicate. Chiude una speziatura di cannella e liquerizia. In bocca ha una vivace acidità smussata da un tannino elegante. Ha tanta polpa ed è abbastanza morbido e sapido. Persistente.

Dopo i Dolcetti abbiamo assaggiato due Barbera differenti. Il bello è che provengono da due vigneti differenti e non lontani fra loro, ma uno appartiene alla DOC Barbera d’Alba per pochi metri, mentre l’altro è un Langhe. Le sceltre enologiche sono differenti. Il Langhe Barbera 2012 affina in botte grande. Si presenta di un porpora impenetrabile. E’ ancora giovanissimo e gli aromi sono soprattutto puntati sulla vinosità e sulla frutta fresca. In bocca è intenso con acidità e tannino che la fanno da padroni. Ha bisogno di tempo, ma si lascia già apprezzare da ora. Il secondo è il Barbera d’Alba Vigna le Masserie 2011 e affina in tonneaux. Lo dimostra già dal colore rubino non troppo intenso. Ha sentori fruttati delicati, amarena e lampone. Poi speziatura fine, cannella e torrefazione. Note vegetali di erbe aromatiche.  In bocca è morbido con acidità e tannino ben presenti, ma bilanciati. Buon finale sapido e persistente.

Per concludere, e sembra strano, abbiamo assaggiato il Langhe Sauvignon Vigna dei Garisin 2012. I Boschis l’hanno lasciato per ultimo in assaggio per scelta. Infatti ha una tale intensità di aromi e gusto che rischierebbe di coprire i vini bevuti in precedenza. Sauvignon di razza è molto intenso a naso. Fruttato con pesca e agrumi, a seguire leggera speziatura. In bocca ha buon corpo. Vino morbido e minerale che chiude con lunga persistenza.

Gita interessante quella a Dogliani. Abbiamo scoperto che in zona si coltiva soprattutto Dolcetto in quanto il microclima è più fresco delle zone circostanti, con un’escursione termica più elevata. Clima perfetto per l’uva Dolcetto. A dimostrarlo c’era tutto inbiancato di neve intorno a noi, mentre in lontananza si potevano vedere le ancora verdi colline di Barolo!

I Boschis producono vini di ottima qualità ad un prezzo più che onesto, nessuna etichetta supera i 10 Euro! Un piccolo aneddoto è il perchè abbiamo assaggiato alcune etichette appena messe in bottiglia e quindi troppo giovani. Alcuni mesi fa è stato qui un importatore americano, ha acquistato ed è tornato negli USA. Pochi giorni dopo ha chiamato in cantina e si è comprato tutta la produzione in magazzino!

Visita alla cantina Francesco Boschis on Novembre 5, 2013 rated 4.0 of 5
ultima modifica: 2013-11-05T19:29:07+00:00

Lascia un commento

If you want to leave a review, please Login or Register first.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *