Degustazione di Falerio Pecorino di Officina del Sole
agosto 2, 2017
Degustazione verticale di Barbaresco Gallina di Ugo Lequio: 2 annate
luglio 31, 2018

Degustazione verticale di Boca: Le Piane & Tenuta del Boca

Nebbiolo per avvinare e Boca per godere! espresioni di Nebbioli ad alti livelli.

Abbiamo avvinato i bicchieri con un ottimo Nebbiolo d’Alba superiore 2012 di Ghiomo. Naso tipico sul floreale essiccato, tanta viola e rosa. Al palato è molto buono, ancora un poco duro, ma di ottima struttura e piuttosto bilanciato. Gustoso, con un bel tannino gastronomico. Armonico e persistente.
Iniziamo con i Boca. Il primo è il 2010 della cantina Le Piane. Inizialmente non si esprime molto al naso, ha bisogno di ossigenarsi, la bottiglia è aperta da poco e ci sta. Emergono un poco di frutti di bosco, anche macerati, con qualche sfumatura eterea. Viola secca e balsamicità. La parte fruttata, poco a poco emerge, prugne. Poi speziatura fine. Al palato è buonissimo. Entra morbido ed equilibrato, ma ha ancora tanto da dire. C’è tanta freschezza e sapidità, in perfetto equilibrio al tannino. Torna tanto agrumato e sapidità salina. Lunga la persistenza. Al riassaggio ci conferma i dubbi iniziali, il vino c’è, ma non è in formissima, potrebbe essere più fine. Fruttato/mentolato, con sottobosco e lieve etereo di sfondo. Prugne cotte, mentolo e pepe nero. Rispetto al primo giro non è migliorato. Anzi, dopo il Vignacastello perde. Soprattutto al palato. È bevibile e piacevole, ben strutturato e pulito. Ma risulta un po’ cotto. Al confronto con gli altri due Boca, pecca in freschezza e in beva. Avevamo già assaggiato questa annata e secondo noi potrebbe essere stata conservata non al meglio. Siamo pignoli e l’abbiamo notato, perché resta comunque un bel Boca, di buona persistenza, che chiama cibo.
Il secondo vino è il Boca Vignacastello 2009 della Tenuta del Boca. Di un bel rubino vivo, al naso è da subito molto espressivo. Note mentolate, ricorda le mentine, e tanti fiori, lavanda. Buona anche la parte fruttata, che va a mischiarsi alla speziatura. In bocca entra intenso e di ottima struttura. È più rustico del precedente, le durezze sono ben più percepibili. Ma è comunque un signor Boca, con un buon equilibrio, che migliorerà negli anni. Tanta freschezza e tannino muscoloso fanno da contorno alla sapidità ben percepibile. Ricco e gustoso, è armonico e persistente. Al secondo giro si conferma molto fine. Sempre più frutta, più scura delle Piane, piccoli frutti di bosco e marasca. Tanta balsamicità mentolata e fiori secchi. Eleganti note eteree e speziate. Prugne sotto spirito, erbe officinali e aromatiche. Nel finale escono delle sfumature dolci e calde. Anche al palato si conferma super. Ricco e intenso, gustoso e di ottima beva, ha lunga persistenza, torna un po’ tutto. È ancora tagliente, ma bevibilissimo! Gran vino.
Terzo Boca: il 2008 Le Piane. Rubino con lievi sfumature granata, si apre fruttato ed etereo. Molto profumato, con tante sfumature. Mineralità iodata e lievemente ematica. Tante spezie e balsamicità. Sottobosco e bastone di liquerizia. Al palato è armonico e di ottima struttura, con una perfetta corrispondenza con i profumi. Sensazioni potenti ed in buon equilibrio, donano una lunga persistenza e una beva molto interessante. Al riassaggio si conferma il Boca più intrigante, fine e complesso, ha un sacco di sfumature da cogliere. Speziatura e sottobosco, poi frutta fresca che vira verso gli agrumi. Col tempo si è aperto ed è ringiovanito. La componente floreale, è passata dal secco al fresco, rosa, violette e geranio. Mentolo e liquerizia, ricorda un po’ le Fisherman. Erbe officinali essiccate. Anche in bocca, stesse sensazioni, è un grandissimo Boca. È quasi una lama, a dimostrare la sua estrema gioventù. Torna tanta frutta matura e agrumata, su sfondo etereo. Buonissimo, molto fresco, citrino e quasi salato. Con un tannino nobile e setoso. Uno spettacolo di Boca, buonissimo ora, sicuramente può invecchiare molto a lungo.

 

Degustazione verticale di Boca: Le Piane & Tenuta del Boca on dicembre 24, 2017 rated 4.1 of 5
ultima modifica: 2017-12-24T14:56:22+00:00

Lascia un commento

If you want to leave a review, please Login or Register first.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *